Documenti non in regola, bloccata nave di Medici senza Frontiere

AGGIORNAMENTO: LA NAVE DEGLI SCAFISTI UMANITARI DI MEDICI SENZA FRONTIERE E’ DI NUOVO A CACCIA DI CARNE FRESCA PER CONTO DEI PROPRI FINANZIATORI



Dopo mesi e mesi, in alcuni casi anni, che traghettano clandestini in dalla Libia all’Italia, questa mattina le nostre ‘autorità’ si sono accorte che una nave di Medici senza Frontiere, la Vos Prudence, non aveva i documenti in regola. Patetici.

La nave degli scafisti umanitari è rimasta bloccata al porto di Palermo poco prima che salpasse, gli uomini della Capitaneria di Porto sono saliti a bordo per alcuni controlli rilevando che i documenti del direttore di macchina, che doveva sostituire un collega sbarcato a terra per motivi familiari, non erano in regola.

Il blocco ha suscitato la risposta aspra del famoso avvocato Fulvio Vassallo Paleologo, famoso in senso negativo: «Infami – ha dichiarato il legale – Hanno bloccato a Palermo la nave di Medici senza Frontiere. Adesso ci vorranno avvocati pronti a ogni sbarco e denunce per abuso d’ufficio quando necessario, da subito». Sarebbe il caso di arrestare collaborazionisti come questo, un governo identitario lo farà, per ora dobbiamo sorbirci le assurdità che dice.

VERIFICA LA NOTIZIA

Proprio oggi Medici senza Frontiere, attraverso il suo presidente in Italia Loris De Filippi, aveva criticato il vertice di Parigi in cui in realtà non è stato deciso alcun provvedimento : «Sono indignato che tre grandi Paesi europei siano interessati soltanto a limitare il flusso delle persone in fuga dall’inferno – aveva detto – Se si vuole limitare l’attività delle Ong bisognerà fare presto i conti con i danni. Potranno fermare le nostre navi, ma così non si fermerà l’afflusso di migranti: ci saranno solo più naufragi e morti».

Primo: chi paga migliaia di euro per venire a casa nostra e naufraga è un clandestino sfortunato, sono cazzi suoi. Secondo: partono perché sanno che ci sono gli scafisti umanitari ad accoglierli in acque libiche.



Lascia un commento