‘U’, il bambino senza sesso del trans canadese



“Sex: U”, unknow. Sconosciuto. Così è scritto sul libretto sanitario di Searyl Doty, un povero bambino canadese, figlio Kori Doty, donna transessuale che si veste da uomo ma, come naturale che sia, può fare figli.

“Mio figlio deciderà da solo, in futuro, il proprio sesso. Non lo stabilirò io”, ha detto, mettendo in evidenza come permettere a persone sessualmente disordinate di avere o addirittura comprare bambini sia un danno per i loro figli.

“Spetta a Searyl decidere come identificarsi, non ho intenzione di precludere la scelta sulla base di un controllo dei genitali”, la bizzarra idea della trans.

VERIFICA LA NOTIZIA
Secondo Global News, il bimbo era stato fatto nascere nel novembre 2016 a casa di un amico del genitore 1 e non in ospedale per evitare che venisse assegnato il sesso automaticamente. Poi – dopo una lunga battaglia – aveva ottenuto la registrazione della nascita, pur non ottenendo il certificato (dove è obbligatorio indicare il sesso del neonato). Ora invece il ministero della Salute ha emesso un libretto sanitario in cui il sesso è – appunto – indicato con la “U”, riconoscendo così le richieste del genitore 1. Del genitore 2 non c’è traccia. Avrà comprato lo sperma in qualche ‘fabbrica’ dello sperma.

E’ un mondo sempre più oscendo. Ma non dobbiamo scendere, dobbiamo resistere e restituire l’ordine naturale delle cose.



Lascia un commento