Appendino festeggia Ramadan: “Musulmani pagano il prezzo più alto alla paura”

Condividi!

“Nelle ultime settimane Torino è stata scossa da eventi tragici, e voglio rivolgere un pensiero a tutte le vittime che sono state coinvolte.
La paura, il nostro più grande nemico, ci ha fatto vacillare. Purtroppo la paura alberga dentro di noi anche, sovente, a nostra insaputa, per poi manifestarsi in incomprensioni, odio verso ciò che non conosciamo e in comportamenti irrazionali”.

Così il sindaco di Torino, Chiara Fassino Appendino, nel suo discorso in occasione di Eid el Fitr in chiusura del Ramadan si è rivolta a chi quell’evento tragico, insieme alla sua incompetenza, ha causato con il terrorismo. Gli islamici.

Saluto della sindaca della Città di Torino Chiara Appendino in occasione #Eid_ul_fitr, la festa di fine Ramadan.كلمة عمدة المدينة بمناسبة #عيد_الفطر_المبارك في طورينو الإيطالية

Posted by Islam Torino on Saturday, June 24, 2017

“Nelle ultime settimane Torino ha vacillato, sì, ma non è caduta e non cadrà se tutti coloro che la vivono, che sentono di appartenerle, la sosterranno. Torino è la mia, la vostra, la nostra città, e tutte e tutti insieme dobbiamo prendercene cura. Il nostro compito sarà quello di essere protagonisti nella lotta alla paura”, ha aggiunto.

La ‘paura’ non è il problema, anzi, è all’origine dell’evoluzione umana. Avere avuto paura degli animali feroci, ci ha consentito di inventare archi e frecce. Quelli che non avevano paura sono stati sbranati.

VERIFICA LA NOTIZIA
Poi la parte più bizzarra: “Voi, come anche altre culture e religioni, pagate purtroppo il prezzo più alto di questa paura e insicurezza perché ciò che è diverso, ciò che non si comprende o non si vuole comprendere sovente viene associato a fatti che in realtà spesso vedono in altro la loro origine. Le istituzioni credo che debbano sempre chiaramente affermare che non si possono dividere le religioni in buone e cattive, perché ciascun uomo e ciascuna donna nella pratica dei propri valori e precetti di fede è responsabile delle proprie scelte tanto nel bene, quanto nel male e mai nessuno può addossare ad altri, o peggio ancora ad una comunità intera, responsabilità che sono e resteranno sempre solo individuali”.

Poveri musulmani, vittime elette. Ci stanno invadendo. Ed è vero, il prezzo lo pagano, in Rolex.




Lascia un commento