Sinistra denuncia CasaPound. “Sfamare gli italiani è razzismo”

Condividi!

La denuncia contro CasaPound da parte dei cuckold di Rifondazione Comunista (che non hanno letto Marx) perché il movimento identitario aiuta “solo gli italiani”. E aiutare gli italiani è, per gli invertiti culturali al governo, discriminazione.

“Abbiamo visto numerosi manifesti dove si legge di raccolte alimentari che vengono effettuate dall’associazione CasaPound – spiegano i militanti di sinistra al Il Corriere di Siena, che riporta la notizia -. Ma negli stessi manifesti si legge che il cibo raccolto verrà poi donato solamente agli italiani”. Anatema!

“Ci siamo domandati se questo comportamento rispetti la legge e sia costituzionale – proseguono i comunisti -. (…) Questa per noi è discriminazione per questo motivo abbiamo presentato denuncia per quello che noi riteniamo essere un atteggiamento discriminatorio”.

VERIFICA LA NOTIZIA
“Questa querela è partita solo perché il mio partito è presente e sostiene molte zone in cui prima era presente la sinistra e che ora ha lasciato per occuparsi di altro – dice il referente locale di CP, Fucito -. “Più che altro da questa denuncia denota come Rifondazione Comunista ormai sia distante anni luce dalle necessità del popolo italiano, perdendo consenso in quei quartieri e in quei ceti sociali che prima erano le loro roccaforti cioè periferie e ceti meno abbienti. Oggi vediamo che la credibilità che abbiamo assunto noi, è stata persa da loro creando il livore che gli ha portati a questa denuncia che ha il sapore di un vero e proprio autogoal”. “Siamo arrivi al razzismo inverso. Ora aiutare prima gli italiani è un crimine”: chiosa Fucito.




Lascia un commento