Ius Soli: tutti in principio sono bambini, poi crescono



LA CITTADINANZA NON INTEGRA, PERMETTE SOLO DI GIRARE LIBERAMENTE SUL TERRITORIO SENZA CONTROLLI

Quando qualche giornale di fake nws vi presenta la solita foto, o il solito video creato per commuovere le zitelle dell’immigrazione, su bambini definiti ‘nuovi italiani’, cercate di riflettere su una frase di Sharon, che gli islamici li conosceva bene: poi crescono. I bambini di oggi sono, bene che vada, gli spacciatori di domani. Se va male, i terroristi.Lo insegna la Francia delle banlieus. E l’Inghilterra delle stragi. Dove lo ius soli più o meno temperato esiste da decenni.

Attacco islamico a Londra, diffusa foto attentatore Masood

Si. Perché essere ‘bambino’ non è un valore in sé. Tutti sono stati bambini. I peggiori carnefici lo sono stati. Ma poi sono cresciuti. E il fatto che fossero stati ‘bambini’, non ha evitato che uccidessero milioni di persone.

Tutto deve essere analizzato con razionalità. Non con la foga del momento. E la razionalità ci dice che le seconde e terze generazioni di immigrati sono peggiori delle prime. Resto d’Europa docet.

Quando vi faranno vedere la ‘solita foto’, o video strappalacrime, pensate a Mohammad Emwazi. Arrivò bambino in Inghilterra. Con la sua famiglia di profughi in fuga dalle persecuzioni. Ricevette alloggio gratuito, per molti anni. Scuola, sanità e tutto quello che invece i suoi coetanei inglesi dovevano pagare.

JOHNJIHADI3

Poté frequentare la St. Mary Magdalene Church of England Primary School, una scuola cristiana:

Quel bambino è poi cresciuto. Oggi si fa chiamare Jihadi John.

JOHNJIHADI

Perché, poi crescono.


Lascia un commento