Clandestini si prendono a morsi sui barconi, uomo infetto



I clandestini si prendono a morsi sui barconi. Tra i 546 africani subsahariani e quasi tutti uomini – neo ‘italiani’ – sbarcati ieri a Pozzallo dalla nave di una delle Ong più invischiate nel traffico umanitario, la “Golfo Azzurro”, c’era anche un migrante con una ferita da morso infetta. Visto che non c’erano animali a bordo – beh, insomma – non possono che essersi presi a morsi tra loro.

VERIFICA LA NOTIZIA
Si infettano tra loro prendendosi a morsi. Non possiamo fare a meno di tali risorse. Come animali da compagnia no, visto che mordono.

Cinquecento erano stati recuperati nel tardo pomeriggio, coordinati dalla Guardia costiera dalla nave militare spagnola Canarias e dalla famigerata Vos Hestia dei trafficanti umanitari di Save the Children.


Lascia un commento