Firenze, M5S e Sinistra incalzano: “Urgente una grande moschea”

Condividi!

Piazza Ciompi scoppia. La ‘moschea’ abusiva ‘temporanemante’ legalizzata dal figlioccio di Renzi non riesce a contenere tutti i musulmani per le usuali preghiere del venerdì durante l’anno (nell’area metropolitana fiorentina sono circa 30 mila i coloni islamici), figuriamoci durante il Ramadan, in corso dallo scorso 27 maggio. Per la mancanza di spazio, gli abusivi hanno debordato occupando con l’approvazione del Comune il parco giochi adiacente, sottratto ai bambini, su tappetini disposti in piazza Ciompi, con evidenti disagi per i residenti.

Di moschea si è tornato a parlare oggi, con un consiglio comunale ad hoc in Palazzo Vecchio, chiesto più volte dalle opposizioni. Al dibattito mancavano però sia il sindaco Dario Nardella, che non ha presenziato, che l’imam di Firenze e presidente dell’Ucoii (l’Unione delle comunità islamiche d’Italia) l’estremista Izzedin Elzir, come invece avevano chiesto alcuni consiglieri di opposizione.

Firenze: PD trasforma parco giochi in moschea all’aperto – FOTO

Su dove e quando costruire la moschea, “aspettiamo che la comunità islamica faccia delle proposte, il primo passo tocca a loro”, ha detto nella sua relazione l’assessore all’urbanistica Giovanni Bettarini, confermando l’impegno espresso più volte dell’amministrazione per avere una moschea a Firenze: “Un diritto che non si può mettere in discussione”.

Firenze riparte a Sinistra, Alternativa Libera e M5S chiedono un maggiore impegno all’amministrazione per arrivare ad avere una moschea in tempi brevi. Contrari invece alla costruzione del luogo di culto islamico Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, che è tornata a chiedere un referendum sulla questione.

L’assessore, in conclusione, ha annunciato che la preghiera finale del Ramadan si terrà a Campo di Marte, probabilmente (ma ancora il luogo non è ufficiale) al campo sportivo di viale Malta, dove si svolse la preghiera finale lo scorso anno.

VERIFICA LA NOTIZIA




Lascia un commento