LONDRA, ECCO DUE DEI TERRORISTI ISLAMICI: UNO HA FRATELLO IN ESERCITO BRITANNICO!

Condividi!

E’ stata diffusa l’identità di due dei terroristi islamici di Londra. E arrivano le prime terribili sorprese. Si tratta di Khuram Butt, pakistano, 27 anni, sposato con un figlio e residente a Barking, e di Rachid Redouane, marocchino con legami libici, anche lui residente a Barking, periferia a est di Londra. Londonistan, per chi conosce la zona.

Uno dei due, quello che indossava la maglia dell’Arsenal con una falsa cintura esplosiva:

Conosciuto come ‘Abz’ (Foto sotto), ha 27 anni, è pakistano e britannico per Ius Soli e ha un fratello nell’esercito britannico. Incredibile, ecco cosa accade quando dai la tua cittadinanza a qualcuno solo perché è nato o cresciuto e ha frequentato la scuola in un certo territorio: si infiltra. Ora ci saranno migliaia di poliziotti e soldati islamici infiltrati come ‘cittadini’ ma, in realtà, fedeli allo Stato Islamico. E’ per questo che è per i terroristi sempre più facile colpire: hanno alleati nelle forze dell’ordine. Parenti. Fratelli.

Non solo. L’immigrato di seconda generazione Abz, che viveva a King’s Road, Barking, è stato filmato in un documentario sull’Islam mentre sventolava una bandiera di ISIS a Regent’s Park, Londra.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ma attenzione, hanno già pronta la scusa. Abz, dicono, era rimasto traumatizzato dalla morte del padre quando aveva 12 anni e da un incidente quando ne aveva 8: per questo, dicono, è diventato terrorista islamico! Patetici.

Puerile la polemica del come mai, nonostante avesse mostrato la bandiera di ISIS in un documentario sull’islam, non fosse stato arrestato. Come più volte scritto: non puoi arrestare decine di migliaia di simpatizzanti ISIS. E visto che hanno la cittadinanza grazie allo Ius Soli, non puoi nemmeno espellerli: urge un rovesciamento di paradigma. Il ritorno allo Ius Sanguinis integrale in tutta Europa. Il rimpatrio di massa di milioni di musulmani. Solo così, ritroveremo la libertà di vivere serenamente. E di non causare 1.500 feriti se scoppia un petardo in piazza.




Lascia un commento