IMAM PERUGIA: “DOBBIAMO SGOZZARE GLI ITALIANI”

Condividi!

Inneggiava alla violenza contro tutti coloro che non hanno abbracciato la fede di Allah. Come, del resto, è scritto sul Corano. Sono queste le ragioni dell’espulsione del marocchino di 29 anni che, da quando aveva raggiunto Perugia senza permesso di soggiorno, si era messo a predicare il verbo del Corano, quello applicato alla lettera da Isis. Non essere in regola con i documenti non era sufficiente, il che la dice lunga sull’idiozia della politica migratoria italiana.

VERIFICA LA NOTIZIA

Per il resto ci hanno pensato gli uomini della Digos che hanno ascoltato testimoni, tradotto e acquisito le prove di pericolosità dell’imam marocchino che era solito predicare nella storica moschea di via dei Priori. L’imam era solito istigare la violenza e l’odio a piccoli gruppi che selezionava credendo che di poterli plagiare meglio e di non correre i rischi. Oltre alla sua frase choc: “sgozzare gli infedeli crociati”, era solito anche ribadire che le donne devono essere sottomesse e crescere secondo l’educazione islamica e non occidentale. Era contrario ai matrimoni misti

Quindi, invece di espellere il clandestino, hanno sprecato mesi a ‘tradurre’: non bastava violasse la legge, per essere espulso doveva essere un terrorista.




Lascia un commento