DOSSIER CHOC DEI SERVIZI: “ONG COPRONO INGRESSO TERRORISTI ISLAMICI IN EUROPA”

I Servizi segreti italiani erano a conoscenza dell’esistenza di legami tra trafficanti di uomini e Ong (Organizzazioni non governative) già nel 2015. Così come lo sa il Governo. C’è un documento, infatti, che parla chiaro.

Nel dossier si accusano le Ong. Si tratta della Relazione sulla politica dell’informazione per la sicurezza 2015, in pratica il Rapporto sull’attività svolta in quell’anno dai nostri Servizi segreti, presentato in Parlamento nel febbraio 2016 dal Governo allora presieduto da Matteo Renzi. Al suo interno c’è un capitolo di 6 pagine intitolato «Dossier migratorio».

Il passaggio decisivo, soprattutto alla luce delle polemiche di oggi, è contenuto a pagina 58 della Relazione, in un approfondimento legato alla «diffusione del radicalismo islamico».

Parlando di immigrazione e infiltrazione jihadista, il documento parla di «attivismo di movimenti» volto «alla costituzione di una strutturata rete di supporto per agevolare il rientro di combattenti dalla Siria e dall’Iraq». La Relazione sull’attività dei Servizi segreti dice che tale «fermento organizzativo ha riguardato tra l’altro la costituzione di Organizzazioni non governative da utilizzare come copertura». Un’accusa durissima, che scolpisce con nettezza il nome delle Ong e le collega ai traffici criminali di migranti, addirittura in funzione di copertura per l’ingresso di terroristi islamici.

IL PROFUGO TERRORISTA ACCOLTO DA MSF – CLICCA PER NOTIZIA
VERIFICA LA NOTIZIA

Insomma, è la dimostrazione che i legami Ong-trafficanti di uomini sono ben noti ai Servizi segreti italiani almeno dal 2015. Ma sono noti anche all’Esecutivo, che ne ha trasfuso le indicazioni nella Relazione governativa depositata in Parlamento nel febbraio 2016. In teoria di tutto questo sono (o dovrebbero essere) informati l’allora premier Matteo Renzi, l’attuale ministro dell’interno Marco Minniti (all’epoca sottosegretario con delega ai Servizi) e l’attuale premier Polo Gentiloni (allora titolare della Farnesina).

Una di queste Ong potrebbe essere quella di Lady Sos:

Scafista intercettato: “Tutto concordato con Medici Senza Frontiere”, e tira in ballo l’islamista Nawal Soufi – VIDEO

Che ha legami con l’FSA, i terroristi islamici siriani ‘moderati’ e fa da collegamento con politici e istituzioni in Italia.



Lascia un commento