RISSA A BORDO NAVE ONG TRA VOLONTARI: “STIAMO FACENDO AFFARI ILLECITI”

Condividi!

E’ nata da una rissa tra scafisti umanitari, l’inchiesta della Procura di Trapani sul favoreggiamento dell’immigrazione clandestina commesso da una ONG che si occupa del traffico dei clandestini dalla Libia all’Italia.

La lite scoppiata sulla nave tra membri dell’equipaggio è stata sedata dalla polizia. Alcuni marinai, sentiti dagli investigatori, avrebbero poi vuotato il sacco, raccontando di affari illeciti dell’organizzazione. La testimonianza ha fatto partire gli accertamenti.

VERIFICA LA NOTIZIA
L’inchiesta avrebbe appurato che l’organizzazione umanitaria sarebbe intervenuta a raccattare i clandestini in Libia direttamente à la carte, senza attendere l’SOS. E qui arriva il problema: sugli accordi tra l’ong e i trafficanti di uomini che gestiscono i viaggi di colonizzazione, i pm di Trapani non avrebbero la competenza a indagare. Mentre spetterebbero loro le indagini su singoli episodi di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, a indagare sull’esistenza cioè di una associazione criminale dedita al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, dovrebbe essere la Dda di Palermo. Con calma.




Lascia un commento