Intanto, Medici Senza Frontiere scarica altri 188 clandestini a Pozzallo

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
E mentre infuria la polemica sulle azioni delle Ong, loro continuano con il traffico umanitario. Tre operazioni ieri. Nave Aquarius di Medici senza frontiere ha operato prima il trasbordo dalla nave “Juventa” della ong Jugend Rettet, 92 migranti, poi il passaggio di altri 54 dalla ‘Sea eye’. L’ultima è una imbarcazione raggiunta autonomamente da Aquarius.
Poi si è diretta a tutta velocità verso l’Italia. E’ approdata alle 16.55 di ieri al porto di Pozzallo con il prezioso carico, per loro, di 188 clandestini. Le nazionalità dichiarate al momento dell’identificazione sono Nigeria, Bangladesh, Costa d’avorio, Ghana e Benin.




Lascia un commento