Tenta di ‘violentare’ moto parcheggiata in strada

Se pensate di averle viste tutte, non avete mai sentito parlare della prossima frontiera dopo il matrimonio gay, la poligamia e la zoofilia: uomini che fanno sesso con oggetti inanimati. E non parliamo delle ‘classiche’ bambole gonfiabili, ma di auto, computer e, come in questo caso, moto.

Ha tentato di abusare sessualmente di una moto parcheggiata in strada, e per questo è stato arrestato dalla Polizia per atti osceni in luogo pubblico ed ora si ritrova incriminato per “meccanofilia”. La meccanofilia è infatti una perversione che consiste nel provare attrazione sessuale per macchine come biciclette, veicoli, elicotteri e aeroplani, ed in Inghilterra prevede sanzioni pesanti.

Ed il 33enne britannico Kevin Chapman, di Ashford, residente nella contea inglese del Kent, la sera del 27 marzo scorso è stato notato da alcuni passanti mentre tentava di compiere atti sessuali con una moto Suzuki GSX-R di colore blu parcheggiata per strada nella città di Canterbury.

Immigrato sorpreso a fare sesso con tombino – FOTO

I testimoni avrebbero così chiamato le forze dell’ordine che, giunte sul posto, hanno trovato l’uomo con i pantaloni e gli slip abbassati, ancora intento a tentare di consumare un rapporto sessuale ‘completo’ con il motociclo, infilando il proprio membro tra le rifiniture del mezzo.

Durante il processo il meccanofilo si è lamentato del fatto che la moto avrebbe “rifiutato” il rapporto, impedendo all’uomo di accoppiarsi con lei, non permettendo di essere penetrata in nessun punto. E per questo il “meccanofilo” si sarebbe irritato prendendola poi a calci. Il mondo LGBT+ ha una nuova lettera, M.

VERIFICA LA NOTIZIA
Presto assisteremo a manifestazioni nelle quali si chiede il ‘diritto’ al matrimonio con oggetti. Riguardo animali e robot già ci sono state. Del resto quando dai il via ad una deriva, non puoi decidere quando fermarla. E se l’unica discriminante è il ‘desiderio’ (lo chiamano ‘amore’) poi ci sono quasi infinite perversioni rintracciabili in singoli individui. E non puoi dire si a qualcuno solo perché il suo gruppo è più numeroso di quello degli altri. Non funziona così.



Lascia un commento