Mattarella: “Anche clandestini meritano rispetto”

Vox
Condividi!

“Bisogna organizzare in Europa, in maniera più intelligente, l’accoglienza e l’integrazione. E’ necessario evitare alcuni errori: quello di consentire che si creino ambienti, luoghi di emarginazione, ghetti per gli immigrati e le successive generazioni, che li facciano sentire emarginati dalla società”.

Il presidente abusivo della Repubblica, Sergio Mattarella, già si porta avanti alle ‘prossime generazioni’. Lo fa in una bizzarra intervista a Civiltà cattolica, la rivista dei famigerati gesuiti italiani, anticipata oggi sulle pagine di Avvenire, il giornale più finanziato dai soldi dei contribuenti dopo l’Unità.

VERIFICA LA NOTIZIA
VERIFICA LA NOTIZIA
Bisogna dunque “evitare che si creino delle sacche di emarginazione che sono ingiuste ma sono anche foriere di pericoli”. Beh, ci sarebbe un modo intelligente: non farli venire.

Vox

profughibirra

Ma lui e i suoi padroni hanno un’altra idea di società: “quello migratorio è un fenomeno che non è possibile rimuovere” e “occorre distinguere anzitutto tra i profughi e i migranti per soli motivi economici (clandestini in linguaggio comune) che meritano comunque rispetto anch’essi perchè sono spesso persone che fuggono da condizioni di sopravvivenza insostenibili”.

Deve essere tanto che non lascia le dorate stanze del Quirinale. Si faccia un giro nelle periferie, questo penoso individuo da decenni a libro paga dei contribuenti.