Brexit: da 15 marzo Londra potrà respingere i Rom

Condividi!

il Regno Unito potrà chiudere le porte ai migranti indesiderati già dal giorno in cui verrà attivato l’articolo 50 del trattato di Lisbona che sancisce l’inizio delle procedure per l’uscita del Paese dall’Unione Europea: Brexit.

La libera circolazione delle persone cesserà quindi di esistere in Inghilterra intorno al 15 marzo. Potranno finalmente – loro, non noi – impedire l’ingresso di zingari e romeni, finora liberi di entrare ‘grazie’ alla UE. Inutile dire dove andranno, d’ora in poi, visto che la GB era una delle destinazioni privilegiate.

In pratica quelli che oggi sono comunitari dovranno passare le stesse trafile che oggi devono passare gli extracomunitari.

Sono in programma mutamenti nel regime dei documenti richiesti per l’accesso e per usufruire di eventuali benefit che fino a questo momento erano garantiti a chiunque indiscriminatamente. Il giornale inglese rivela anche che la May intende garantire diritti immutati a tutti i cittadini giunti in Inghilterra prima del 15 marzo sempre che gli stessi diritti siano confermati per gli inglesi residenti all’estero.

Nulla dovrebbe cambiare, nella fase di transizione, per i cittadini ‘comunitari’ che già risiedono in Gran Bretagna.




Lascia un commento