Bari, università taglia tasse a studenti immigrati: “Voi vi potete laureare gratis”



fact_iconIl Politecnico di Bari spalanca le cosce ali studenti extracomunitari. È destinato infatti solo agli stranieri extra UE il provvedimento, appena adottato dal consiglio di amministrazione del Politecnico, di iscrizione gratuita ai test di ammissione ai corsi di laurea e di azzeramento delle tasse al primo anno di studi. Ovviamente a spese degli studenti italiani.

Un tipico caso di discriminazione auto inflitta.

Non solo, in caso di risultati positivi nel superamento degli esami – magari un tantino aggiustati -, l’esonero totale dalle tasse verrà esteso anche agli anni successivi al primo. La laurea, dunque, per gli immigrati, sarà a costo zero.

Si tratta della strategia adottata dall’ateneo barese per attrarre matricole dall’estero e in particolare dal Nordafrica e dal Medio Oriente: la crème. E i ragazzi locali? Che vadano a fanculo, penseranno al politecnico.

La delibera approvata su proposta del rettore Eugenio Di Sciascio contiene un elemento di incentivo al merito, ma solo per gli immigrati: l’esonero totale dal pagamento delle tasse universitarie, infatti, sarà riconosciuto per tutta la durata del corso di studi, agli studenti extra Ue che avranno ottenuto, entro il 31 dicembre di ogni anno, almeno 20 crediti formativi. Gli Italiani potranno anche avere tutti il massimo dei voti, pagheranno lo stesso.



Lascia un commento