Profugo sodomizza bambina: condannato a 2 mesi di libertà vigilata

Condividi!

Un profugo siriano che ha sodomizzato e violentato una ragazzina svedese di 13 anni nel bagno di una scuola è stato condannato ieri alla pena ridicola di due mesi di libertà vigilata. La Svezia si conferma il paradiso degli stupratori, non è un caso vi sia il record mondiale.

STUPRATORE-SVEZIA

Mohammed Maaz Moayed, questo il nome del migrante, ha sostenuto in un primo momento la tesi dello ‘stupro volontario’ asserendo che era stata la ragazzina a trascinarlo in bagno e costringerlo. Poi si è scoperto che era accusato anche di un altro stupro avuto luogo una settimana prima su una ragazzina di 14 anni. Anche in quel caso, il profugo presentò la stessa tesi difensiva.

19-åring dömd till två månaders fängelse för våldtäkt av barn

Ma questo – scrivono i media svedesi Expressen e Avipxlat – non è bastato ad ottenere una condanna esemplare, perché Mohammed Maaz Moayed era minorenne quando ha commesso gli stupri, quindi prende solo 1/3 della pena. Ricapitolando: in Svezia se sodomizzi una bambina di danno 6 mesi se sei adulto e 2 se sei un presunto minorenne. Non spargete la notizia negli hotel.




Lascia un commento