IMMIGRATI STUPRANO RAGAZZINA IN DIRETTA FACEBOOK: POLIZIA IRROMPE DURANTE VIOLENZA

Condividi!

La Svezia è ormai la capitale mondiale degli stupri. Il mix tra libertinismo scandinavo e repressione sessuale islamica ha generato una catastrofe umana. E poi c’è Facebook, ormai divenuto, con il proprio servizio di trasmissione live delle immagini, il medium preferito per la diffusione di pestaggi e stupri.

E’ quanto accaduto a Uppsala, dove tre giovanissimi sono stati arrestati con l’accusa di stupro dopo aver violentato una ragazza diffondendo la violenza in diretta su Facebook.

svezia-upp

L’arresto è avvenuto dopo la denuncia di un utente alla polizia, che ha fatto irruzione nell’appartamento poco dopo le nove del mattino.
L’allarme è partito alle 8:24, secondo quanto riferito da un agente di polizia, Ivan Aslund, al giornale Fria Tider.

Secondo i media locali, gli accusati di stupro sono identificati come mediorientali.

Secondo una persona che ha visto la trasmissione in diretta, la ragazza che è stata violentata sembrava “molto intossicata” e sembrava “morta”, mentre uno degli uomini la stuprava. Diverse persone hanno allertato la polizia quando hanno visto la diretta.

The rape is said to have been broadcast on Facebook live

La trasmissione in diretta su Facebook non è stata bloccata fino a quando la polizia ha fatto irruzione nella stanza dove la donna veniva stuprata dagli immigrati.




Lascia un commento