Usa: Afro scatenati a caccia di sconti, centri commerciali assaltati – VIDEO



Caos per gli sconti nei centri commerciali americani. Scene post-apocalittiche. I centri commerciali di molte città americane sono stati costretti a chiamare polizia e, in alcuni casi, teste di cuoio, per salvare situazioni di violenze fuori controllo:

I media, gli intellettuali e i politici progressisti e liberisti – fumature della stessa feccia ideologica – vorrebbero che l’Italia prendesse esempio dalle società inglese e americana. Più ‘deregulation’: etica, morale ed economica. Più immigrazione, per somigliare a quelle società.

Eccole le società multietniche in azione nel giorno degli sconti post-natalizi. A Londra, dove immigrazione e consumismo si incontrano, lo ‘shopping’ è la nuova religione, e i centri commerciali sono i nuovi templi. Il fanatismo ‘religioso’ arriva a generare code e scontri in nome dell’affare.

E non è un caso che i più fanatici fedeli della nuova religione siano gli immigrati, che non fuggono da guerre e persecuzioni, ma vengono per adorare il nuovo ‘dio’.

L’occidente post-guerra fredda non è il ‘migliore dei mondi possibili’, è una società che ha intrapreso la strada dell’entropia multietnica. E gli anglosassoni sono l’avanguardia.

Il declino della società moderna è tutto nella foto di africani, arabi e asiatici che sgomitano sulle spoglie dell’Occidente. Per qualche dollaro in più.

Inutile dire che il mondo anglosassone è l’araldo della decadenza occidentale. E il consumismo spinto al confine dell’idolatria ne è uno degli aspetti e delle cause. Che raggiunge livelli parossistici, quando incontra l’immigrazione. Che può essere anche secolare, nulla cambia, perché la natura non fa salti.



Lascia un commento