Prete porno fatto fuggire all’estero dal vescovo: i Papi sui dvd delle orge

Condividi!

Torniamo a parlare di don Andrea Contin, il prete porno di 48 anni, da dieci anni guida della comunità di San Lazzaro, molto impegnato nell’accoglienza profughi, soprattutto ‘nigeriane’.

Si apprende che i dvd conservati dal parroco, catalogati con i nomi dei Papi della Chiesa sulla copertina, erano quelli sui quali aveva registrato le orge tenute in chiesa.

Interessante notare che la parrocchia è la stessa che fu di don Paolo Spoladore, finito agli onori delle cronache per un figlio mai riconosciuto e una casa editrice milionaria.

Sui dvd, le gesta erotiche del sacerdote, in coppia o durante le orge con altri uomini, come descritto dalla parrocchiana che il 6 dicembre lo ha denunciato portando a galla una storia che andava avanti da sei anni.

E non appena iniziata l’inchiesta, il prete ha laciato la parrocchia ed è riparato, con la complicità del vescovo e del Vaticano, all’estero: in una comunità cosiddetta protetta. Dove si spera non ripeta le sue gesta. Ma è l’ennesima dimostrazione del disprezzo vaticano per le nostre leggi.

Nel frattempo le indagini dei carabinieri non si fermano e continuano alla ricerca di altre donne avviate dal parroco alla prostituzione.

Intanto, l’analisi dei suoi conti correnti hanno portato alla luce le spese pazze di don Andrea Contin. Tra queste un conto da più di due mila euro pagato ad un hotel di Roma per un soggiorno di sole due notti.

In una stanza chiusa a chiave della canonica don Andrea conservava un vero set del porno sadomaso: catene e anelli appesi al muro in stile bondage, fruste, una videocamera (per le riprese dei dvd), un vibratore e una collezione di falli. Tutti schierati su una mensola. In ordine: dal più piccolo al più grande.




Lascia un commento