Un Paese UE sta per nominare un premier Islamico

Condividi!

La proposta del Partito socialdemocratico (Psd) e dell’Alleanza liberal democratica (Alde) per la carica di primo ministro della Romania è Sevil Shhaideh: una donna appartenente alla minoranza islamica tatara. L’1 per cento della popolazione.

Lo ha annunciato oggi il leader del Psd, Liviu Dragnea, durante una conferenza stampa successiva all’incontro con il capo dello Stato, Klaus Iohannis. Shhaideh è attualmente segretario di Stato presso il ministero dello Sviluppo economico.

Durante la conferenza stampa, Dragnea ha dichiarato di aver rinunciato a chiedere per se la carica di primo ministro a causa delle dichiarazioni del presidente Iohannis sui criteri d’integrità e a causa della legge che proibisce ad un condannato di essere premier. “Una condanna ingiusta e una legge profondamente incostituzionale non mi hanno dato alcuna possibilità di chiedere questa posizione, almeno per il momento”, ha detto Dragnea. Il leader del Psd ha infine dichiarato che il suo partito non farà altre proposte per la carica di capo del governo, anche in caso il nome di Shhaideh venisse respinto.




Lascia un commento