BARI, RIVOLTA PROFUGHI: VOLEVANO 3 PASTI A TESTA PER RIVENDERSELI

Condividi!

Barricati davanti alla mensa, esigendo di incontrare i vertici della prefettura e modificare il sistema di distribuzione dei pasti. Ancora una protesta nel famigerato Cara di Bari, il centro per richiedenti asilo che ospitò Kabobo e che per le violenze ha visto giusto qualche giorno fa la condanna di un gruppo di ospiti del centro.

Stamani, centinaia di migranti hanno manifestato davanti alla mensa, dopo avere bloccato l’ingresso del centro: a scatenare la protesta il nuovo sistema di distribuzione dei pasti. Da qualche giorno, infatti, ogni migrante può ritirare un solo pasto, a uso e consumo personale. Una novità rispetto alle precedenti modalità di distribuzione, che permettevano di prelevare fino a tre pacchi di cibo e poi venderseli.

“Il capofamiglia, per esempio, poteva ritirare anche il pasto di moglie e figlio”, spiegano dal Cara. Il nuovo sistema, dunque, sarebbe la causa della manifestazione. Famiglie allargate.




Lascia un commento