BOLDRINI: “IMMIGRATI CI SOSTITUIRANNO PER PAGARCI PENSIONI”

Condividi!

Ci risiamo con le bufale boldriniane sui ‘migranti’: “Di fronte alla costante crescita del fenomeno delle migrazioni, è urgente che l’Europa risponda uscendo dalla logica dell’emergenza, vincendo gli egoismi nazionali, intervenendo con più efficacia sulle ragioni che spingono le persone a partire”.

Quindi, c’è un’emergenza, bisogna uscire dalla logica dell’emergenza. L’unica ragione che spinge questi fancazzisti benestanti a mettersi in viaggio per la Libia, carissima presidentessa, è la presenza sulle coste libiche dei galoppini in divisa del governo italiano e degli scafisti privati delle ONG. I tuoi amichetti di bisbocce.

“I movimenti verso il nostro continente di persone che cercano qui un’esistenza libera e dignitosa sono un fenomeno strutturale, che richiede perciò di essere gestito in maniera sistematica, ed in coerenza con il diritto internazionale. Affrontarlo invece con misure estemporanee e senza pianificazione, come accade ancora troppo spesso, non solo ostacola l’inclusione sociale ed economica dei migranti, ma alimenta le reazioni di disagio e di chiusura delle popolazioni locali. Ai sentimenti di diffidenza e di paura si deve rispondere favorendo l’inserimento e l’integrazione dei migranti e creando occasioni di incontro, di scambio e di conoscenza reciproca”.

OCCASIONE DI INCONTRO
OCCASIONE DI INCONTRO

E ancora: “A quanti oggi vorrebbero costruire muri, bisogna ricordare che non soltanto questo vìola principi e valori iscritti nella nostra Costituzione e nei Trattati europei, ma che la presenza dei migranti che lavorano e pagano le tasse è nell’interesse demografico ed economico del nostro Paese”.

La Costituzione italiana parla di cittadini italiani, non parla di africani. Né vieta la costruzione di muri per difendere i cittadini italiani dall’arrivo di orde di immigrati. Nemmeno il famigerato trattato UE vieta la difesa delle frontiere esterne e, comunque, nel caso, i trattati si possono disdire, se mettono a rischio la sopravvivenza.

Poi la Boldrini esagera con le bufale: “Infatti, secondo le più autorevoli ricerche internazionali, senza i migranti tra qualche decennio i Paesi europei saranno abitati da anziani per i quali nessuno potrà garantire una pensione. Così come le donne migranti che sono nelle nostre case prendono il posto di un welfare troppo fragile e consentono alle donne italiane di lavorare fuori di casa e mandare avanti la famiglia”, si, buana.

Non esiste alcuno studio autorevole che dica questo. Solo marchette scritte da amichetti di bisbocce della Boldrini.

Ad esempio, la fan delle ‘fake news’ che diffonde a piene mani insieme al gay venezuelano, potrebbe chiedere al professor Blangiardo, demografo dell’Università di Milano.

Blangiardo ha analizzato la questione ‘immigrati e pensioni’ ed è arrivato alla conclusione che faranno fallire l’INPS.

Lo chiama «invecchiamento importato», ed è convinto che quella dei giovani immigrati sia solo una boccata di ossigeno illusoria ai conti dell’Inps con i loro contributi, e non una soluzione al calo della popolazione attiva, «perché anche loro invecchieranno e riceveranno in cambio la pensione».

Precisamente: “Dal 2030 avremo 200mila extracomunitari l’anno ai quali dovremo pagare l’assegno anche se hanno versato poco o nulla. E la sanità pubblica finirà ko”.

Già oggi abbiamo migliaia di genitori di immigrati che vengono fatti arrivare – poi tornano a casa loro – e ai quali paghiamo la pensione sociale. Senza che abbiano mai versato 1 euro. Tutto questo grazie a Prodi e al PD.

Abbiamo poco tempo per riprenderci l’Italia.

E poi, analizzate questa frase: senza i migranti tra qualche decennio i Paesi europei saranno abitati da anziani per i quali nessuno potrà garantire una pensione, questo è un programma di sostituzione etnica. Boldrini è un criminale, un genocida che andrebbe processato e messo in carcere per alto tradimento.




Lascia un commento