UE estende sanzioni contro Russia



Condividi!

I 28 leader europei hanno concordato di rinnovare le sanzioni economiche contro la Russia varate per l’annessione della Crimea e la destabilizzazione del Donbass, come già previsto. Le misure colpiscono i settori finanziario, dell’energia, della difesa e dei beni a duplice uso civile-militare. Le sanzioni sono in scadenza il 31 gennaio 2017. Saranno rinnovate per altri sei mesi, con procedura scritta che si concluderà prima di Natale.

“Il regime delle sanzioni dell’Ue non favorisce l’aggiustamento della situazione anomala che si è creata nei rapporti Russia-Ue”: lo ha dichiarato il vice ministro degli Esteri russo Alexiei Meshkov commentando la decisione. “Pur tuttavia – ha proseguito il diplomatico – le sanzioni Ue hanno anche un effetto positivo per la nostra economia, che si adatta al regime delle misure restrittive abbassando la dipendenza finanziaria, economica e tecnologica dai paesi Ue”.

Il problema è infatti per chi esporta, non per chi importa, che finisce per dare slancio alla produzione nazionale.



Lascia un commento