PISA: CROCE ROSSA RISTRUTTURA CASALE E INVITA ALTRI 20 PROFUGHI

Condividi!

TIRRENIA – Un nuovo centro di prima accoglienza per fancazzisti africani sorgerà al Podere Lamone, una struttura dell’Università di Pisa requisita dalla Prefettura. Il podere si trova lungo la via della Bigattiera, che collega la zona periferica di San Piero (Pisa) alla frazione del litorale di Tirrenia. Proprio in questa frazione qualche giorno fa si era scatenato il panico per l’arrivo – poi smentito – di migranti accolti dalla Croce Rossa.

Alla fine, chi ha lanciato l’allarme si è ‘sbagliato’ solo di poco. Molto poco. E c’entra sempre la Croce Rossa: evidentemente qualcuno sapeva e ha solo sbagliato il punto esatto in cui avevano deciso di fare business. Che poi, vedrete, faranno anche nell’hotel che hanno acquistato a Tirrenia.

Racconta il presidente della Croce Ro$$a Antonio Cerrai, che si era scandalizzato per le ‘voci’, che ad agosto di quest’anno il prefetto Visconti ha deciso di assegnarlo alla Croce Rossa: «Abbiamo dovuto ripulire tutto e rendere agibile il posto – aggiunge Cerrai — che sarà pronto nel giro di un mese e potrà ospitare circa 15-20 persone». E potranno iniziare gli affari.

La prefettura:«Dopo la fine dei lavori di edilizia bisognerà pensare agli arredi e ai servizi — fanno sapere — poi potrà diventare operativa. I lavori hanno richiesto interventi consistenti e si sono resi necessari per far fronte alla mancanza di strutture adeguate».

PRESENZA AFRICANI E MENINGITE IN TOSCANA...
PRESENZA AFRICANI E MENINGITE IN TOSCANA…

I richiedenti asilo solo nella città di Pisa ad oggi sono 222; in tutta la provincia sono 1134. Non è un caso sia una zona colpita da Meningite.




Lascia un commento