MENINGITE DILAGA: BIMBO COLPITO AD ASCOLI, RAGAZZINO A MODENA, PROFILASSI PER UN CENTINAIO

Condividi!

Meningite colpisce un bimbo di due anni e mezzo, residente nell’hinterland cittadino, che da due giorni accusava febbre, rigidità alla testa e altri sintomi sospetti, che hanno destato subito qualche preoccupazione. I genitori hanno infatti intuito che non si trattava di una normale influenza stagionale e martedì pomeriggio hanno portato il figlio in pronto soccorso.

meningitemap

Gli accertamenti medici hanno consentito di confermare che si trattava di meningite meningococcica, una forma batterica considerata particolarmente grave. Dopo giorni di cure dovrebbe essere fuori pericolo.

Sono intanto state attivate tutte le procedure per tentare di prevenire ulteriori contagi nei luoghi frequentati dal bambino infetto: sottoposti a profilassi tutti i bambini dell’asilo frequentato, oltre al personale scolastico, ai parenti e a tutte le persone che sono state a contatto con lui negli ultimi giorni.

E’ il secondo caso di meningite batterica riscontrato nell’ultimo periodo all’ospedale ascolano «Mazzoni» in poche settimane: il caso precedente riguardava un bambino di San Benedetto, poi trasferito ad Ancona dopo che venne diagnosticata la malattia. Anche in quel caso, fortunatamente, la situazione si è risolta positivamente.

E sono in miglioramento le condizioni di salute di un tredicenne ricoverato ieri, 9 dicembre, al Policlinico di Modena per un altro caso di meningite batterica. Il ragazzino, residente nelle Marche, si trovava a Sassuolo, insieme ad altri coetanei e accompagnatori, per partecipare a un torneo di tennis.

Nella giornata di oggi circa 50 persone, coetanei che partecipavano al torneo di tennis e accompagnatori, sono stati sottoposti alla profilassi antibiotica.




Lascia un commento