Raggi vuole incontrare marocchini cacciati da San Basilio, la bimba italiana disabile sfrattata no

Condividi!

Il sindaco di Roma Virginia Raggi si scaglia contro i cittadini che hanno difeso la primazia degli Italiani nell’assegnazione delle case popolari, in Italia: “Un gesto vergognoso per Roma e per i cittadini romani”.

Ha reagito così, il primo cittadino della capitale, nel commentare la rivolta di ieri dei residenti di San Basilio che hanno impedito l’accesso ad un alloggio popolare ad una famiglia di immigrati marocchini. Non solo, annuncia di voler incontrare al più presto i marocchini che nel frattempo sono tornati a gozzovigliare a spese dei contribuenti in un residence nella zona della Romanina.

Nulla invece sui numerosi casi di italiani che non riescono ad accedere alle case perché occupate abusivamente da rom e immigrati. E nessun alle famiglie che il suo comune sta sfrattando per fare posto ai marocchini: ad esempio Emmanuel Mariani sotto sfratto con la figlia invalida al 100 per cento o la signora italiana con il parkinson. C’è anche la donna sfrattata con il figlio disabile e inviata in un campo nomadi.




Lascia un commento