PROFUGHI APPENA SBARCATI TENTANO STUPRO, FURTI E SCIPPI: 13 ARRESTI

Condividi!

Vanno dalla violenza sessuale al furto, dalla ricettazione allo scippo i reati contestati a dieci tredici algerini arrestati dalla Polizia dopo esser sbarcati nei giorni scorsi con barchini sulle coste del sud Sardegna e subito messi in hotel: oltre 150 gli arrivi in 24 ore. L’operazione è stata condotta dalla Squadra mobile di Cagliari, coordinata dal primo dirigente Alfredo Fabbrocini.

Poi dite che non è una invasione islamica.

Tre clandestini sono finiti in carcere per la ricettazione di computer, tablet, telefonini e altro materiale informatico rubato nella notte tra domenica e lunedì all’interno del negozio A-Key di via Roma: un colpo da 50mila euro. Parte della merce è stata sequestrata nell’auto fermata dagli agenti con a bordo gli algerini: trovati anche decine di decreti di espulsione e carte di identità rubate.

Per altri due stranieri è scattato invece l’arresto con l’accusa di violenza sessuale per aver tentato di stuprare, molestato, palpeggiandola, la dipendente di un bar del centro impegnata a pulire.