Bimbo sodomizzato da 5 profughi nel bosco

Condividi!

Cinque giovani profughi afghani sono stati arrestati dopo lo stupro di un ragazzino che è stato violentato sotto la minaccia di un coltello in un bosco.

La vittima, un bambino di età inferiore ai 15 anni, è stata sodomizzata ripetutamente durante l’attacco, avvenuto nella foresta di Uppsala, nel sud-est della Svezia. E’ stato picchiato e trascinato nella foresta sotto la minaccia di un coltello prima di essere sottoposto ad una violenza omosessuale di più di un’ora.

VERIFICA LA NOTIZIA

La vicenda del brutale stupro è raccontata con altri particolari dai media locali e internazionali.




Lascia un commento