PROFUGHI: RECORD DI OBESI IN NIGERIA E AFRICA

Condividi!

Si apprende da una ricerca sull’obesità e la nutrizione nel mondo:

La sfida della nutrizione diventa più chiara se si guarda a un doppio fenomeno: i milioni di persone che soffrono la fame e i milioni di persone che soffrono l’obesità. Oggi 795 milioni di persone nel mondo sono sottonutrite, mentre sono più di 2.1 miliardi le persone obese o in sovrappeso, e i numeri continuano a crescere.

I paesi che dovranno affrontare le sfide più grandi sono ora India, Nigeria e Sudafrica. L’India si posiziona all’ultimo posto della classifica soprattutto a causa del regime alimentare insufficiente della sua popolazione, con altissimi livelli di persone malnutrite, mentre il Sudafrica registra un aumento del consumo di “junk food”.

MAPPA DATI AGGIORNATI AL 2013, IN ARTICOLO SIAMO AL 2015

Nei Paesi in via di sviluppo il sovrappeso in bambini e adolescenti è passato rispettivamente dall’8,1% al 12,9% nei ragazzi e dall’8,4% al 13,4% nelle ragazze. I tassi di obesità, infatti, stanno crescendo sempre di più nei Paesi in via di sviluppo, soprattutto tra i più piccoli.

C’è poi il grande tema dello spreco di cibo, che riguarda un terzo dell’intera produzione alimentare, pari a 1,3 miliardi di tonnellate di cibo che vanno a male in azienda, si perdono, diventano immangiabili durante la distribuzione, o vengono gettati via nei negozi alimentari al dettaglio, ristoranti e cucine. I paesi dove si spreca più cibo sono Arabia Saudita (427 kg per persona l’anno), Indonesia (300 kg), Stati Uniti (277 kg) e Emirati Arabi (169 kg).

Quindi i paesi come la Nigeria che è in testa nell’esportazione di cosiddetti ‘profughi’ in Italia (il 21% da dati aggiornati sono nigeriani) ha il 13 per cento di adolescenti obesi. E in effetti si nota che non soffrono la fame quando sbarcano.




Lascia un commento