Derubò Ermes Mattielli: Rom brucia roulotte per ottenere casa popolare

Condividi!

NOMADE SI BRUCIA LA ROULOTTE LASCIANDO ALL’ADDIACCIO I FIGLI. COMITATO PRIMANOI, TOGLIERE SUBITO LA PATRIA POTESTA’ AI GENITORI

“Togliere subito la patria potestà ai genitori, questo è un passaggio essenziale che ogni amministrazione comunale interessata dal problema degli zingari dovrebbe attuare di norma” -è quanto dichiara il portavoce del comitato di cittadini PrimaNoi Alex Cioni a margine delle ultime rivelazioni sulla roulotte andata distrutta dalle fiamme l’altra notte a San Vito di Leguzzano.

Le immagini registrate dalle telecamere della videosorveglianza mostrano che ad incendiare la casa mobile sia stato proprio Blu Helt noto, tra le altre cose, per il tentativo di furto nel magazzino di Ermes Mattielli a Scalini di Arsiero.

Non è la prima volta che il comitato di cittadini PrimaNoi propone la soluzione dell’affido coatto dei minori ai servizi sociali, considerandola una delle strade preferenziali da perseguire per “instillare in questi soggetti ancora in età di apprendimento le regole basilari della civile convivenza”.

“Abbiamo a che fare con persone che hanno scelto di vivere ai margini dei loro ghetti, per questo motivo le amministrazioni comunali non hanno nessun dovere nei loro confronti. Gli appartamenti pubblici quando ci sono vanno assegnati prima alle famiglie italiane -spiega Cioni-, però si può e si deve intervenire sui bambini per evitare che siano destinati ad una emarginazione sociale perenne che inevitabilmente li trascinerebbe a seguire le poco edificanti orme dei genitori”.




Lascia un commento