Minacce di morte ad assessore che trasforma ospedale in hotel per profughi

Condividi!

Una presunta lettera minatoria sarebbe stata inviata all’assessore alle politiche sociali di Milano, il fantasmagorico Pierfrancesco Majorino, quello che pensa solo a clandestini e immigrati e ha amicizie pericolose.

E’ stato lui stesso a rivelarlo su Facebook. La lettera – scritta a macchina – fa riferimento alle politiche sull’immigrazione e, in particolare, all’uso dell’ospedale di Garbagnate Milanese per ospitare alcuni profughi e richiedenti asilo.

Nella lettera è contenuta la speranza di farla «pagare caro» a Majorino, che però pare non avere compreso. «Ovviamente – ha concluso – le minacce mi fanno andare avanti con ancora più decisione».




Lascia un commento