Facebook censura il termine “Vu cumprà”

Condividi!

Per circa 24 ore, la pagina pubblica del sindaco legittimo di Padova Massimo Bitonci è rimasta oscurata ai suoi utenti. Il “blocco” sarebbe stato frutto di un provvedimento di Facebook, per un post pubblicato nei giorni scorsi: “Non sono più sindaco di Padova da una settimana e subito sono tornati i vu’ cumprà. Padovani ringraziate i traditori”.

La frase – a didascalia dell’immagine allegata, nella quale compaiono alcuni venditori abusivi posizionati in via Roma con le proprie mercanzie – sarebbe stata segnalata agli amministratori del social network – è questa l’idea che si è fatto l’ex sindaco – dai suoi detrattori politici.

Vox sa come funziona.




Lascia un commento