Referendum: Antimafia indaga su eventuale “voto di scambio” per il SI

Condividi!

“La Commissione Antimafia all’unanimità, mi ha incaricato di richiedere preventivamente informazioni urgenti alla Procura della Repubblica di Napoli in merito a eventuali indagini in corso, agli atti e ai documenti acquisiti e alla posizione dei soggetti coinvolti, per verificare i presupposti per l’avvio di una inchiesta da parte della nostra Commissione, che naturalmente sono legati al tema mafia. Abbiamo sempre agito così per avviare le nostre inchieste e useremo lo stesso metodo”. Lo ha reso noto la presidente dell’Antimafia Rosy Bindi, sulla vicenda De Luca. Pronta la risposta del governatore della Campania: “Apprendiamo della richiesta avanzata dalla Commissione Antimafia. Ci rende curiosi conoscere l’iter previsto sul reato di battuta e come evolverà la crociata del calamaro”.

Nei giorni scorsi, De Luca aveva invitato i sindaci PD come lui a comprare voti per il SI attraverso misure clientelari e favori. Quello che Renzi fa a Roma.




Lascia un commento