Bergoglio a Milano: visiterà prima spacciatori e islamici (scortato)

Condividi!

Arriverà a Milano Bergoglio il prossimo 25 marzo. Interessante il programma: decollo da Ciampino alle 7.30, incontro nelle case popolari con islamici, rom e immigrati, omaggio alle reliquie di san Carlo, il Duomo e i sacerdoti, il saluto ai fedeli sul sagrato (alle 11), i detenuti (immigrati) di san Vittore e con loro il pranzo, alle 15 il parco di Monza per la messa davanti ai fedeli e «il ringraziamento al cardinale Scola», alle 16.30 lo stadio di san Siro con cresimati, genitori, padrini e madrine.

Chiaro che al di là degli appuntamenti tradizionali, a colpire siano quelli immediatamente rilanciati dal sito di Repubblica, il quotidiano scelto dal pontefice per le sue interviste, con rom, islamici e immigrati alle torri bianche di via Salomone, periferia degradata e regno di spaccio, occupazioni e criminalità.

La Curia spiega che nella visita «verranno coinvolti anche privati come sponsor per gestire i costi ingenti dell’evento, costi che da sola la Diocesi non può sostenere».

Mammona fa comodo, quando devi viaggiare con l’aereo privato e scorta al seguito per visitare il regno dello spaccio milanese. Dove alcuni ‘preti’ – finti – vanno a caccia di piccoli zingari.




Lascia un commento