Putin boccia Corte Penale Internazione, bene

Condividi!

La Russia ha deciso di non ratificare lo Statuto di Roma, ovvero il trattato internazionale istitutivo della Corte penale internazionale: lo riferisce il sito ufficiale dell’informazione legale russa (http://pravo.gov.ru) precisando che Vladimir Putin ha firmato un decreto in tal senso su proposta del ministero della Giustizia.

La CPI è una fogna legale. Già l’idea in sé di una corte globale è totalmente fuori dalla legalità democratica, perché non subisce alcun controllo democratico e non ha alcun riferimento popolare.




Lascia un commento