CLANDESTINO LIBERATO DALLA KYENGE TENTA DI UCCIDERE AGENTI

Condividi!

Senad Seferovic, il giostraio che venne liberato dal Cie su pressioni dell’allora ministro Cecile Kyenge, anche lei clandestina quando arrivata in Italia, è stato arrestato sulla A4, l’autostrada Milano Venezia, dopo un inseguimento e una sparatoria.

kyenge-nomade

L’amico di Kyenge era a bordo di un’auto che, intercettata dai carabinieri a Peschiera del Garda, invece di fermarsi ha dato vita a una folle corsa che nell’ordine ha visto: i fuggitivi percorrere otto chilometri contromano sull’autostrada, una vettura dell’Arma speronata dai banditi, tre spari esplosi dai militari, i malviventi che forano una gomma e, ancora, le botte ai carabinieri. I carabinieri riescono riescono ad arrestare il solo Senad, mentre i suoi tre complici hanno fatto perdere le proprie tracce.

Senad Seferovic, 28 anni, è domiciliato nel campo nomadi di Modena e con vari precedenti. E’ ora accusato di resistenza violenza lesioni a pubblico ufficiale. E’ l’ennesima volta che liberato da Kyenge commette reati, ci sarebbe la responsabilità oggettiva, bisognerebbe arrestare la congolese per i reati commessi dal suo protetto.




Lascia un commento