SI SVEGLIANO CON 15 PROFUGHI IN CONDOMINIO

Condividi!

VENAFRO – Proteste in via Michelangelo Buonarroti per l’arrivo di nuovi fancazzisti camuffati da profughi che, da qualche giorno, occupano un appartamento di una palazzina, abitata da 9 famiglie.

I condomini, da un momento all’altro e senza aver ricevuto alcuna richiesta di autorizzazione da parte della cooperativa che gestisce i migranti, hanno scoperto che il proprio palazzo era diventato una vera e propria ‘struttura di accoglienza’.

Al piano terra dello stabile sono stati infatti alloggiati, a loro insaputa, 15 ‘profughi’, ospitati in una abitazione di circa 120 mq, con tre o quattro stanze.

Gli abitanti del palazzo contestano la violazione del regolamento di condominio che vieta di utilizzare i locali del piano terra per adibirli a circoli, associazioni, o onlus, proprio per evitare confusione e accalcamenti.

“Stanno violando il nostro diritto alla tranquillità – ha affermato uno dei condomini – non siamo stati neanche avvertiti del loro arrivo. Non è stata convocata una riunione di condominio per discuterne. A nessuno è stato chiesto nulla. Una violazione palese al regolamento, che parla chiaro“.

“In questa palazzina ci sono altri appartamenti sfitti – continua- chi ci garantisce che nelle prossime settimane non arriveranno altri immigrati?, si domandano tutti.

“Stanno parcheggiati in 7 o 8 là fuori, abbiamo dei bambini piccoli. Io – ci racconta l’uomo – faccio i turni di notte, spesso mia moglie rientra la sera da sola con i miei figli, non è una situazione ordinaria che mi fa sentire sereno”.

A destare preoccupazione è non solo la sicurezza personale, ma anche l’aspetto sanitario della vicenda.

“Vivono in 15 in una casa, in condizioni abitative che potrebbero non essere adeguate – afferma il cittadino venafrano – chi ci dice che non abbiano contratto malattie come la malaria, la tubercolosi o altre patologie infettive che si trasmettono per via aerea? E chi ci dà sicurezza sui controlli sanitari e sulla profilassi?”. Nessuno.

“Domani – annunciano – andremo dai carabinieri per sporgere denuncia e consegneremo il regolamento di condominio per far rispettare i nostri diritti”.

Osceno. Stanno diffondendo coloni africani ovunque. Violando i diritti dei cittadini: è il tempo della rivolta.



Lascia un commento