PD DA’ ONORIFICENZA A CLANDESTINA FERMO CHE DIEDE FALSA TESTIMONIANZA

Condividi!

Ormai siamo oltre la sfacciataggine politica, siamo al delirio quasi metafisico. Chinyery, la clandestina nigeriana, moglie di Emmanuel Chidi Namdi, il clandestino nigeriano morto a Fermo lo scorso 6 luglio dopo avere aggredito un ragazzo italiano a sprangate – come confermato da numerosi testimoni – riceverà il Picchio d’oro speciale, in occasione della Giornata delle Marche che si terrà come ogni anno il 10 dicembre. Si tratta del più alto riconoscimento che viene assegnato dalla Regione Marche. E verrà assegnato ad una clandestina che ha prima aggredito un italiano e poi ha mentito raccontando di una ‘aggressione razzista’.

La notizia è contenuta nella delibera della giunta regionale dello scorso 3 novembre e ha scatanato polemiche all’interno della comunità fermana, dove ormai tutti, tranne Don Euro e la sua combriccola di bufalari dell’informazione considerano quella di Amedeo Mancini legittima difesa.

CLICCA
CLICCA

Mancini si trova attualmente ai domiciliari, perché non potevano smerdare Boldrini e Alfano liberandolo subito: serve una decantazione. A sostegno della sua difesa, oltre a 7 testimoni, anche le affermazioni da parte di due vigili urbani giunti sul posto.

BOLDRINIFERMO

Nelle scorse settimane, era arrivata anche la perizia del Ris sul palo di ferro che il nigeriano ha usato per colpire Amedeo Mancini: non ci sarebbero tracce del Dna di Emmanuel Chidi Namdi e questo è ovvio, c’è, invece, il sangue di Mancini.

Quindi, in sintesi:




Lascia un commento