Noi ospitiamo Guineani come profughi, figlio presidente ha 26 supercar – FOTO

Condividi!

Undici supercar, il bottino del sequestro, avvenuto nei scorsi giorni a Ginevra ad una nostra vecchia conoscenza, Teodorin Obiang, 47 anni, figlio del presidente della Guinea Equatoriale, nell’ambito di un’inchiesta per riciclaggio avviata dalla procura federale elvetica in collaborazione con le autorità francesi.

Mentre noi ospitiamo i guineani in hotel come profughi, il figlio del presidente di uno stato che non è in guerra scorrazza con una Koenigsegg One dal valore di oltre 2 milioni e mezzo di euro, ne esistono solo sette esemplari. Ci sono anche una Lamborghini Veneno Roadster e una Bugatti Veyron. Tutte le vetture, inoltre, sono personalizzati.

Il padre di Obiang, Teodoro Obiang Nguema Mbasogo, è presidente della Guinea Equatoriale da 37 anni; con il resto del suo clan ha venduto le concessioni petrolifere del paese africano, instascando mazzette dall’importo decisamente significativo. Nel mese di settembre al rampollo Obiang erano state confiscate altre 15 supercar, nonché un appartamento in una delle zone più esclusive di Parigi.

Stando agli inquirenti francesi, il tenore di vita di Obiang non ha alcun riscontro con la sua dichiarazione dei redditi. Il rampollo risulta guadagnare 80 mila dollari all’anno, ha speso oltre 200 milioni tra il 1996 e il 2012.




Lascia un commento