ISLAMICO GLI CAVA GLI OCCHI: TROVATI PER TERRA ACCANTO COLTELLO

Condividi!

Scontri clanici tra bande di islamici africani, in una zona centrale di Bruxelles, ormai devastata dall’immigrazione.

In pieno stile afro, ad uno degli immigrati sono stati cavati gli occhi, poi ritrovati per terra vicino ad un coltello. Il ‘cavatore di occhi’ è stato fermato e interrogato.

La vittima – perché ha avuto la peggio – è un 33enne belga per Ius Soli e originario di Gibuti, identificato come Liban Moustapha Hassan, trovato ‘mutilato’ intorno alle 3 di ieri mattina, è stato portato in ospedale, in “condizioni gravi”, dove dovrà sottoporsi a diversi interventi chirurgici. A spese dei contribuenti locali.

Il ‘cavatore di occhi’, invece, è di nazionalità olandese, ma sempre per Ius Soli, perché in realtà è di Gibuti anche lui. Dopo gli scontri tra bande è fuggito ma, arrestato dalla polizia, è stato interrogato ieri in tarda serata e dovrà comparire oggi davanti a un giudice istruttore, con l’accusa di aggressione e percosse, oltre che di tortura e trattamento disumano.

“L’uomo ha ammesso la lite” con la vittima ma “non ha saputo dire con certezza di avergli cavato gli occhi”, ha indicato il procuratore. Secondo il giornale Le Soir, la lite è scoppiata a causa di una disputa sulla situazione politica (etnica e clanica) a Gibuti.




Lascia un commento