INSEGNANTE GAY VIOLENTA ALUNNO DISABILE MENTALE

Condividi!

“Atti sessuali” con un ragazzo “affetto da inferiorità psichica, minorenne all’epoca dei fatti”. E’ l’accusa contestata a un insegnante di 66 anni del Catanese che è stato arrestato e ora ai domiciliari.

Gli “atteggiamenti intimi tra l’insegnante e la vittima”, non avvenuti nella sede dell’istituto, sarebbero stati ripresi con un telefonino e le immagini ‘giravano’ tra ragazzi della scuola.

Le indagini sono state coordinate dalla Procura distrettuale di Catania che ha acquisito agli atti dell’inchiesta le testimonianze di alcuni minorenni e materiale informatico anche a conclusione di una perquisizione eseguita nei confronti dell’indagato. Sarebbero “numerosi e gravi” gli elementi probatori presentati al Gip nella richiesta di emissione dell’ordinanza cautelare.




Lascia un commento