Verona, lanciano massi da cavalcavia, auto colpita: nomadi?

Condividi!

Paura all’alba nei pressi del Cavalcavia di San Massimo lungo la strada T4-T9, dove verso le ore 5.30 alcuni ragazzini, tutti quanti minorenni, hanno scagliato dei massi sulle auto in transito. Le pietre lanciate hanno colpito due automobili, una delle quali ha riportato danni alla carrozzeria, mentre l’altra è stata centrata sul parabrezza che ha comunque resistito all’urto, pur riportando ben visibili i segni dell’impatto.

Non vi sono stati fortunatamente dei feriti, ma resta ugualmente la gravità dell’episodio. Sul posto, non appena ricevuta la segnalazione, si sono precipitate le Volanti della Questura. Gli Agenti hanno scovato i cinque giovani che nel frattempo si erano nascosti presso la vicina centralina elettrica.

Si tratta di minorenni tutti quanti residenti a Verona di nazionalità Italiana. Uno di loro, nato in Italia ma da genitori dell’Est Europa
, non risulta imputabile avendo meno di 14 anni. Per gli altri è scattata la denuncia per il reato di Attentato alla Sicurezza dei Trasporti e Danneggiamento. I genitori dei giovani sono stati chiamati dalle forze dell’ordine e dopo una doverosa strigliata li hanno riaccompagnati a casa.

Al 99 per cento sono Zingari, anche perché vicino c’è un ‘accampamento’, ma non lo sapremo mai. E’ il futuro che ci aspetta dopo lo Ius Soli: tutti i crimini commessi da ‘italiani’.




Lascia un commento