NUOVI TERREMOTI: COLPITE MARCHE, UMBRIA E TOSCANA

Condividi!

Una forte scossa di terremoto è stata avvertita poco prima delle 9 nelle Marche e in Umbria. Il sisma si è sentito distintamente anche ad Ancona. Sono in corso verifiche della Protezione civile.

”La scossa di stamani è stata fortissima, il maresciallo dei carabinieri mi dice che ci sono stati altri crolli in paese, e si vede del fumo”. Così il sindaco di Ussita (Macerata) Marco Rinaldi, dopo il sisma registrato poco prima delle 9. ”E’ un calvario, non finisce mai”, aggiunge. ”Ieri sera sono sceso a Porto Recanati per incontrare i miei sfollati negli alberghi: la scossa me l’ha raccontata in diretta al telefono un allevatore. Ora cerco di andare su, ma le strade sono un disastro…”.

‘Qui sta crollando tutto, e quello che non crolla è pericolante: il paese sembra raso al suolo. Per fortuna l’ultima famiglia, che aveva la casa agibile, e l’ultimo albergatore si sono convinti ieri ad andare via: restano 5 allevatori, che non possono allontanarsi dal bestiame”. Cos’ il sindaco di Castelsantangelo sul Nera Mauro Falcucci dopo la scossa 4.7 di oggi. ”Servono con urgenza tensostrutture per le stalle, e un container per il Municipio: ora siamo in tenda a 2 gradi sotto zero”.

E una scossa di terremoto di magnitudo 3.1 della scala Richter è stata avvertita questa mattina con epicentro in località Montorsoli anche Castelfiorentino (Firenze). Il sisma, durato 29 secondi, è stato registrato alle 11.47 a 7,5 chilometri di profondità. Pochi minuti più tardi c’è stata un’altra scossa di 2.6. Al momento non vengono segnalati danni a persone o cose. Ai vigili del fuoco di Firenze sono giunte alcune telefonate di cittadini allarmati che chiedevano notizie. E’ in corso solo una verifica per una crepa già esistente dopo le scosse che si erano ripetute nei giorni scorsi con lo stesso epicentro.




Lascia un commento