CITTADINI TENTANO DI INCENDIARE HOTEL PER FINTI PROFUGHI

Condividi!

“È uno dei posti in cui si sta valutando l’accoglienza di 30 o 40 profughi e, guarda caso, è successo un episodio negativo, che ritengo da condannare”. Così il governatore del Trentino, Ugo Rossi, dopo che ieri sera a Soraga, in Val di Fassa, una fiammata davanti a un hotel, tra le strutture ipotizzate per ospitare decine di giovani fancazzisti africani, è stata segnalata al 112 intorno alle 23 da dei residenti.

I carabinieri hanno trovato davanti all’edificio un sacchetto di plastica bruciato e c’è una finestra rotta, con all’interno puzza di gasolio o benzina. La gente è stufa.

“Evitiamo una spirale di simili episodi, se c’è la possibilità che le cose siano fatte bene. Gorino è finito sui giornali e magari ci sono altre vicende simili. Il Trentino è una terra accogliente, nel rispetto delle quote”. Nel rispetto delle quote. Come dire: sodomizzateci ‘piano’.




Lascia un commento