EXPO: SPARTIZIONE COOP – CL (PD – NCD)

Condividi!

Nella “piazza di Milano” c’era “un sistema spartitorio degli appalti. (…) vi era una spartizione di massima” dei lavori relativi alla Sanità” e a “Infrastrutture e costruzioni di Grandi Opere”: il primo era “controllato” dalle “Cooperative e dalla Compagnia delle Opere” e il secondo dalle “Grandi Imprese nazionali di costruttori con prevalenza di quelle milanesi”. E’ il verbale dell’imprenditore Piergiogio Baita riportato nella richiesta di archiviazione dell’indagine sull’appalto per la ‘Piastra’ Expo e non accolta dal gip.

Lo stesso avviene con il business dell’accoglienza a livello nazionale: se lo spartiscono le Coop, che fanno riferimento al PD; e CL, che fa riferimento ad Alfano. Poi c’è il Vaticano che fa storia a sé.




Lascia un commento