“LA MONTAGNA SI MUOVE”: DRAMMATICO APPELLO DOPO SISMA

Condividi!

«Venite ad aiutarci, la montagna si muove. C’è il rischio che ci crolli addosso». E il drammatico appello del vice sindaco di Acquasanta Terme Gigi Capriotti, bloccato al buio, sotto la pioggia, da una frana che gli impedisce di raggiungere il paese. Capriotti è con il suo funzionario della Protezione Civile del Comune spiega: «passeremo la notte qui perché non possono venire ad aiutarci, speriamo di salvarci, sentiamo massi e crolli nel buio. Non sappiamo dove fuggire».

Urla, panico e crolli a Camerino (Macerata). In seguito alle scosse di terremoto che hanno colpito il Centro Italia, un utente ha documento in diretta Facebook ciò che stava accadendo sotto i suoi occhi. Le immagini mostrano la città avvolta nella nebbia e documentano crolli a edifici e a una chiesa. Le persone sono scese in scese in strada e si preparano ad affrontare la notte fuori dalle loro case: nel video un uomo trascina via un trolley.