IMMIGRATI IN TOSCANA: DILAGANO AIDS, TUBERCOLOSI E MALATTIE MENTALI

Condividi!

Ubriachi. Infetti e Psicolabili. Si potrebbero sintetizzare in queste tre parole le caratteristiche degli immigrati in Toscana, secondo i dati presentati ufficialmente da Ars Toscana (Agenzia Regionale di Sanità) e dal Centro Regionale di salute Globale.

Nel 2015 sono stati registrati 155.810 accessi in Pronto soccorso da parte di cittadini stranieri. Le patologie per cui gli stranieri ricorrono più spesso al pronto soccorso sono legate ad eventi traumatici o avvelenamenti, oppure ad una sintomatologia che non porta a diagnosi definita. Seguono le malattie del sistema nervoso, dell’apparato respiratorio e dell’apparato digerente.


Più elevati, rispetto agli italiani, anche gli accessi al pronto soccorso per disturbi psichici e per malattie infettive e parassitarie
.

I casi di Aids diagnosticati negli stranieri residenti in Toscana sono aumentati negli anni (3,7% nel 1990 contro 32,4% nel 2014)
. I cittadini più coinvolti sono brasiliani, nigeriani e senegalesi. Anche i dati Hiv 2014 confermano una maggiore incidenza fra gli stranieri: 22,2 casi per 100.000 residenti rispetto ai 6,6 casi per 100.000 residenti fra gli italiani.

Fra gli stranieri maggiori sono anche i tassi di incidenza della tubercolosi
.

“La permanenza nel nostro paese – sottolinea Fabio Voller, coordinatore dell’Osservatorio di Epidemiologia dell’Ars Toscana – facilita l’adozione di stili di vita ‘meno sani’: gli stranieri residenti tendono così ad assumere comportamenti alimentari scorretti – come la maggior assunzione di cibi contenenti alte percentuali di zuccheri raffinati e grassi parzialmente idrogenati – e riducono anche l’attività fisica”.

Per quanto riguarda i parti, le donne straniere, a differenza delle italiane, si rivolgono alle strutture pubbliche (pesando sul SSN e i contribuenti) per i controlli in gravidanza e sono meno medicalizzate, cioè fanno meno visite e esami strumentali rispetto alle italiane.

In Toscana, i cittadini provenienti da Paesi a forte pressione migratoria sono anche degli ‘appassionati’ di binge drinking: abbuffate alcoliche.

E questi sono dati ufficiali. Per quelli reali…




Lascia un commento