MEDICI SENZA FRONTIERE SCARICANO 520 CLANDESTINI A TARANTO, MOLTI INFETTI

Condividi!

Sono giunti nel porto di Taranto a bordo di nave Aquarius 520 i clandestini raccattati in due giorni, con cinque diverse operazioni, poco davanti le coste libiche. Molti i casi di Scabbia, impossibile verificare altre patologie come Tubercolosi, Meningite e Epatite. Si tratta di 445 uomini e 75 donne, 18 delle quali in stato di gravidanza, per portarsi avanti nella sostituzione etnica.

I migranti sono sbarcati dalla nave di ricerca e soccorso di Sos Mediterranèe, organizzazione di scafisti che opera in partenariato con i famigerati Medici senza Frontiere. Al loro arrivo è scattata la macchina organizzativa predisposta dalla Prefettura con la collaborazione di Polizia Locale, Polizia di Stato, Protezione Civile, Carabinieri, Croce Ro$$a e associazioni di volontariato a pagamento.

I migranti sono stati trasferiti all’hotspot allestito in un ex parcheggio del porto e la maggior parte di essi sarà trasferita nelle prossime ore in strutture ricettive dislocate sul territorio nazionale, come prevede il piano di sostituzione etnica.




Lascia un commento