Il Pd ‘c’è riuscito: Monte Paschi, 2.600 esuberi e chiusura di 500 filiali

Condividi!

E’ stato approvato il piano industriale 2016-2019 di Mps, che prevede un utile di 1,1 mld di euro al 2019 con un rote target superiore all’11% dopo il risultato 2016 “post transazione”, che è visto negativo a -4,8 mld. E’ quanto riferisce il comunicato della banca. Il margine di interesse al 2019 sarà di 2,11 mld.

Il piano industriale di Mps prevede 2.600 esuberi e la chiusura di 500 filiali. “Il costo del personale scenderà del 9% a 1,5 mld di euro nel 2019 da circa 1,6 mld del 2016 attraverso la riduzione che avverrà sia mediante un turnover naturale sia attraverso l’attivazione del Fondo di Solidarietà”, spiega la banca.

Mps archivia i nove mesi con una perdita di 849 mln di euro, un risultato “impattato da rettifiche straordinarie sui crediti di 750 mln di euro contabilizzate nel terzo trimestre”. Le rettifiche sui crediti ammontano, nel periodo, a 2,02 mld di euro perché includono “la componente straordinaria legata alla revisione della policy di credito” indicata dalla Bce. Il risultato operativo lordo è di 1,48 mld di euro.

Complimenti al PD, è riuscito a distruggere la più antica banca del mondo.




Lascia un commento